SNAPSHOT DI INSTANT MARKET PER IMPRESA STORICA DEL DESIGN

SnapshotIl mercato degli Stati Uniti è sempre stato attratto dal Made in Italy: le importazioni dei nostri prodotti sono sempre in crescita e recentemente è stato istituito l’anno della cultura italiana, durante il quale sono stati organizzati diversi eventi volti alla valorizzazione del Brand Italia. Credibilità, bellezza e qualità sono le “doti” riconosciute ai nostri prodotti.

D’altra parte, il mercato degli Stati Uniti rispecchia la poliedricità dei suoi territori, così diversi e sfaccettati per cultura, gusto, esigenze, domanda. Penetrarlo richiede di comprenderne la diversità rispetto al mercato italiano, in particolare, e a quello europeo, in generale.

È proprio per questo che la possibilità di rivolgere quesiti strategico commerciali ad esperti del proprio settore di riferimento diventa l’occasione per scattare in diretta uno snapshot del mercato degli Stati Uniti. Un’istantanea nitida, chiara, senza intermediari che faccia toccare con mano le diverse prospettive che il proprio prodotto o il proprio business possono avere in Nord America.

Instant Market ha reso tutto questo possibile per una famosa impresa con quasi duecento anni di esperienza che arricchisce con il suo lussuoso design Made in Italy diversi progetti italiani ed internazionali. Ville prestigiose, hotel, golf club, stores, uffici. Questi sono solo alcuni degli ambiziosi progetti che hanno visto l’azienda come protagonista.

Con già alcuni progetti all’attivo negli Stati Uniti, in particolare nell’area newyorkese, l’azienda ha voluto verificare se ci fosse spazio per ampliare il proprio business nel Paese a stelle e strisce.

Grazie al dialogo serrato via videoconferenza con diversi esperti nel settore dell’arredamento e dell’interior design che operano in diverse parti degli Stati Uniti, l’azienda ha ottenuto interessanti suggerimenti e indicazioni per sviluppare il proprio business oltreoceano. A partire dall’invito a preparare il proprio materiale in modo più adatto ed efficace per l’interlocutore americano, alla segnalazione di enti, club o associazioni con cui mettersi in contatto, al consiglio di visitare edifici o siti di particolare interesse per l’azienda.

Grazie a questi spunti, l’azienda è ora in grado di formulare un piano strategico di sviluppo del mercato, sapendo quali sono le giuste opportunità da cogliere, il tutto in tempi instant e senza imponenti investimenti in studi di mercato.

È appena arrivata – inoltre – la notizia che le esportazioni italiane in USA sono cresciute nel secondo quadrimestre del 4%!

Stay Tuned…

Leave a Comment