CRESCONO GLI ELETTRODOMESTICI ITALIANI NEGLI USA

Crescono le vendite degli elettrodomestici italiani negli Usa riuscendo addirittura a superare i concorrenti presenti sul mercato. Nel secondo trimestre 2014 le importazioni di elettrodomestici per la casa del mercato statunitense provenienti dall’Italia sono aumentate di circa 17 milioni di euro rispetto al corrispondente trimestre 2013 (+61%). Seguono con un trend positivo come quello italiano Malesia, Svizzera e Hong Kong. Questi risultati raccontano l'intuizione delle imprese italiane che sono riuscite a raggiungere con successo opportunità di domanda che stanno nascendo oltre oceano, guadagnando anche quote rispetto ai paesi concorrenti. Tali risultati fanno seguito, infatti, ad un 2013 che aveva già evidenziato un incremento delle importazioni USA dall’Italia di elettrodomestici per la casa. La consapevolezza della debolezza che ancora sta caratterizzando i consumi europei di beni durevoli sembra, quindi, aver spinto gli operatori italiani del settore ad orientare la propria azione commerciale anche al di fuori dei tradizionali mercati comunitari. Proprio per questo Instant Market, partner di Italian Customer Intelligence, permette di fare un’istantanea sul mercato statunitense e verificare se un’idea commerciale, un prodotto, un modello di vendita hanno il giusto appeal e una possibilità di successo negli States.

SOGNO AMERICANO ANCHE PER IL TESSILE!

Milano Unica, Salone Italiano del Tessile, si sta svolgendo proprio in questi giorni nel capoluogo lombardo – dal 9 all’11 settembre – ospitata nei padiglioni di Fieramilanocity. Quest’anno ha raggiunto la XIX edizione. Qui sono state presentate le collezioni di tessuti e di accessori per la stagione Autunno/Inverno 2015-16, che hanno visto la presenza di 410 aziende espositrici, di cui 74 di altri Paesi europei.

Il bilancio semestrale – elaborato da Sitema Moda Italia (Smi) e presentato dal presidente del salone milanese Albini – mostra che la produzione di tessuti Made in Italy è cresciuta del 9% da gennaio a marzo e del 6,2% da aprile a giugno. Per quanto riguarda le vendite all’estero, da gennaio ad aprile sono aumentate del 4,2%. Ma sono in crescita anche le importazioni che segnano una ripresa con un +7,5%. Nei primi quattro mesi dell’anno il saldo della bilancia commerciale risulta positivo per 577 milioni di euro, in lieve miglioramento rispetto allo stesso periodo del 2013. L’Ue a 28 Paesi si conferma il mercato di riferimento, con un +8,2% mentre i Paesi extra-Ue evidenziano un -0,5%. Fanno eccezione gli Usa, che hanno incrementato gli acquisti del 14,9%. In questo momento storico, allora, può essere davvero interessante concentrare parte dei propri sforzi sul mercato a stelle e strisce.

Instant Market, partner di Italian Customer Intelligence, offre l’opportunità di ricerche di mercato veloci e dirette sul campo con professionisti, specialisti ed esperti di marketing americani. Si tratta di un fast track verso il mercato statunitense, nella forma di interviste in diretta con gli addetti ai lavori, operatori, distributori e stores con lo scopo di approfondire e migliorare la propria conoscenza della piazza americana. In questo modo sarà possibile ricevere in breve tempo informazioni veloci e precise sul mercato statunitense così da verificare se un’idea commerciale, un prodotto, un modello di vendita hanno il giusto appeal e una possibilità di successo negli States.

SNAPSHOT DI INSTANT MARKET PER IMPRESA STORICA DEL DESIGN

SnapshotIl mercato degli Stati Uniti è sempre stato attratto dal Made in Italy: le importazioni dei nostri prodotti sono sempre in crescita e recentemente è stato istituito l’anno della cultura italiana, durante il quale sono stati organizzati diversi eventi volti alla valorizzazione del Brand Italia. Credibilità, bellezza e qualità sono le “doti” riconosciute ai nostri prodotti.

D’altra parte, il mercato degli Stati Uniti rispecchia la poliedricità dei suoi territori, così diversi e sfaccettati per cultura, gusto, esigenze, domanda. Penetrarlo richiede di comprenderne la diversità rispetto al mercato italiano, in particolare, e a quello europeo, in generale.

È proprio per questo che la possibilità di rivolgere quesiti strategico commerciali ad esperti del proprio settore di riferimento diventa l’occasione per scattare in diretta uno snapshot del mercato degli Stati Uniti. Un’istantanea nitida, chiara, senza intermediari che faccia toccare con mano le diverse prospettive che il proprio prodotto o il proprio business possono avere in Nord America.

Instant Market ha reso tutto questo possibile per una famosa impresa con quasi duecento anni di esperienza che arricchisce con il suo lussuoso design Made in Italy diversi progetti italiani ed internazionali. Ville prestigiose, hotel, golf club, stores, uffici. Questi sono solo alcuni degli ambiziosi progetti che hanno visto l’azienda come protagonista.

Con già alcuni progetti all’attivo negli Stati Uniti, in particolare nell’area newyorkese, l’azienda ha voluto verificare se ci fosse spazio per ampliare il proprio business nel Paese a stelle e strisce.

Grazie al dialogo serrato via videoconferenza con diversi esperti nel settore dell’arredamento e dell’interior design che operano in diverse parti degli Stati Uniti, l’azienda ha ottenuto interessanti suggerimenti e indicazioni per sviluppare il proprio business oltreoceano. A partire dall’invito a preparare il proprio materiale in modo più adatto ed efficace per l’interlocutore americano, alla segnalazione di enti, club o associazioni con cui mettersi in contatto, al consiglio di visitare edifici o siti di particolare interesse per l’azienda.

Grazie a questi spunti, l’azienda è ora in grado di formulare un piano strategico di sviluppo del mercato, sapendo quali sono le giuste opportunità da cogliere, il tutto in tempi instant e senza imponenti investimenti in studi di mercato.

È appena arrivata – inoltre – la notizia che le esportazioni italiane in USA sono cresciute nel secondo quadrimestre del 4%!

Stay Tuned…

CRESCONO GLI ELETTRODOMESTICI ITALIANI NEGLI USA

Crescono le vendite degli elettrodomestici italiani negli Usa riuscendo addirittura a superare i concorrenti presenti sul mercato. Nel secondo trimestre 2014 le importazioni di elettrodomestici per la casa del mercato statunitense provenienti dall’Italia sono aumentate di circa 17 milioni di euro rispetto al corrispondente trimestre 2013 (+61%). Seguono con un trend positivo come quello italiano Malesia, Svizzera e Hong Kong. Questi risultati raccontano l'intuizione delle imprese italiane che sono riuscite a raggiungere con successo opportunità di domanda che stanno nascendo oltre oceano, guadagnando anche quote rispetto ai paesi concorrenti. Tali risultati fanno seguito, infatti, ad un 2013 che aveva già evidenziato un incremento delle importazioni USA dall’Italia di elettrodomestici per la casa. La consapevolezza della debolezza che ancora sta caratterizzando i consumi europei di beni durevoli sembra, quindi, aver spinto gli operatori italiani del settore ad orientare la propria azione commerciale anche al di fuori dei tradizionali mercati comunitari. Proprio per questo Instant Market, partner di Italian Customer Intelligence, permette di fare un’istantanea sul mercato statunitense e verificare se un’idea commerciale, un prodotto, un modello di vendita hanno il giusto appeal e una possibilità di successo negli States.

SOGNO AMERICANO ANCHE PER IL TESSILE!

Milano Unica, Salone Italiano del Tessile, si sta svolgendo proprio in questi giorni nel capoluogo lombardo – dal 9 all’11 settembre – ospitata nei padiglioni di Fieramilanocity. Quest’anno ha raggiunto la XIX edizione. Qui sono state presentate le collezioni di tessuti e di accessori per la stagione Autunno/Inverno 2015-16, che hanno visto la presenza di 410 aziende espositrici, di cui 74 di altri Paesi europei.

Il bilancio semestrale – elaborato da Sitema Moda Italia (Smi) e presentato dal presidente del salone milanese Albini – mostra che la produzione di tessuti Made in Italy è cresciuta del 9% da gennaio a marzo e del 6,2% da aprile a giugno. Per quanto riguarda le vendite all’estero, da gennaio ad aprile sono aumentate del 4,2%. Ma sono in crescita anche le importazioni che segnano una ripresa con un +7,5%. Nei primi quattro mesi dell’anno il saldo della bilancia commerciale risulta positivo per 577 milioni di euro, in lieve miglioramento rispetto allo stesso periodo del 2013. L’Ue a 28 Paesi si conferma il mercato di riferimento, con un +8,2% mentre i Paesi extra-Ue evidenziano un -0,5%. Fanno eccezione gli Usa, che hanno incrementato gli acquisti del 14,9%. In questo momento storico, allora, può essere davvero interessante concentrare parte dei propri sforzi sul mercato a stelle e strisce.

Instant Market, partner di Italian Customer Intelligence, offre l’opportunità di ricerche di mercato veloci e dirette sul campo con professionisti, specialisti ed esperti di marketing americani. Si tratta di un fast track verso il mercato statunitense, nella forma di interviste in diretta con gli addetti ai lavori, operatori, distributori e stores con lo scopo di approfondire e migliorare la propria conoscenza della piazza americana. In questo modo sarà possibile ricevere in breve tempo informazioni veloci e precise sul mercato statunitense così da verificare se un’idea commerciale, un prodotto, un modello di vendita hanno il giusto appeal e una possibilità di successo negli States.

SNAPSHOT DI INSTANT MARKET PER IMPRESA STORICA DEL DESIGN

SnapshotIl mercato degli Stati Uniti è sempre stato attratto dal Made in Italy: le importazioni dei nostri prodotti sono sempre in crescita e recentemente è stato istituito l’anno della cultura italiana, durante il quale sono stati organizzati diversi eventi volti alla valorizzazione del Brand Italia. Credibilità, bellezza e qualità sono le “doti” riconosciute ai nostri prodotti.

D’altra parte, il mercato degli Stati Uniti rispecchia la poliedricità dei suoi territori, così diversi e sfaccettati per cultura, gusto, esigenze, domanda. Penetrarlo richiede di comprenderne la diversità rispetto al mercato italiano, in particolare, e a quello europeo, in generale.

È proprio per questo che la possibilità di rivolgere quesiti strategico commerciali ad esperti del proprio settore di riferimento diventa l’occasione per scattare in diretta uno snapshot del mercato degli Stati Uniti. Un’istantanea nitida, chiara, senza intermediari che faccia toccare con mano le diverse prospettive che il proprio prodotto o il proprio business possono avere in Nord America.

Instant Market ha reso tutto questo possibile per una famosa impresa con quasi duecento anni di esperienza che arricchisce con il suo lussuoso design Made in Italy diversi progetti italiani ed internazionali. Ville prestigiose, hotel, golf club, stores, uffici. Questi sono solo alcuni degli ambiziosi progetti che hanno visto l’azienda come protagonista.

Con già alcuni progetti all’attivo negli Stati Uniti, in particolare nell’area newyorkese, l’azienda ha voluto verificare se ci fosse spazio per ampliare il proprio business nel Paese a stelle e strisce.

Grazie al dialogo serrato via videoconferenza con diversi esperti nel settore dell’arredamento e dell’interior design che operano in diverse parti degli Stati Uniti, l’azienda ha ottenuto interessanti suggerimenti e indicazioni per sviluppare il proprio business oltreoceano. A partire dall’invito a preparare il proprio materiale in modo più adatto ed efficace per l’interlocutore americano, alla segnalazione di enti, club o associazioni con cui mettersi in contatto, al consiglio di visitare edifici o siti di particolare interesse per l’azienda.

Grazie a questi spunti, l’azienda è ora in grado di formulare un piano strategico di sviluppo del mercato, sapendo quali sono le giuste opportunità da cogliere, il tutto in tempi instant e senza imponenti investimenti in studi di mercato.

È appena arrivata – inoltre – la notizia che le esportazioni italiane in USA sono cresciute nel secondo quadrimestre del 4%!

Stay Tuned…

CRESCONO GLI ELETTRODOMESTICI ITALIANI NEGLI USA

Crescono le vendite degli elettrodomestici italiani negli Usa riuscendo addirittura a superare i concorrenti presenti sul mercato. Nel secondo trimestre 2014 le importazioni di elettrodomestici per la casa del mercato statunitense provenienti dall’Italia sono aumentate di circa 17 milioni di euro rispetto al corrispondente trimestre 2013 (+61%). Seguono con un trend positivo come quello italiano Malesia, Svizzera e Hong Kong. Questi risultati raccontano l'intuizione delle imprese italiane che sono riuscite a raggiungere con successo opportunità di domanda che stanno nascendo oltre oceano, guadagnando anche quote rispetto ai paesi concorrenti. Tali risultati fanno seguito, infatti, ad un 2013 che aveva già evidenziato un incremento delle importazioni USA dall’Italia di elettrodomestici per la casa. La consapevolezza della debolezza che ancora sta caratterizzando i consumi europei di beni durevoli sembra, quindi, aver spinto gli operatori italiani del settore ad orientare la propria azione commerciale anche al di fuori dei tradizionali mercati comunitari. Proprio per questo Instant Market, partner di Italian Customer Intelligence, permette di fare un’istantanea sul mercato statunitense e verificare se un’idea commerciale, un prodotto, un modello di vendita hanno il giusto appeal e una possibilità di successo negli States.

SOGNO AMERICANO ANCHE PER IL TESSILE!

Milano Unica, Salone Italiano del Tessile, si sta svolgendo proprio in questi giorni nel capoluogo lombardo – dal 9 all’11 settembre – ospitata nei padiglioni di Fieramilanocity. Quest’anno ha raggiunto la XIX edizione. Qui sono state presentate le collezioni di tessuti e di accessori per la stagione Autunno/Inverno 2015-16, che hanno visto la presenza di 410 aziende espositrici, di cui 74 di altri Paesi europei.

Il bilancio semestrale – elaborato da Sitema Moda Italia (Smi) e presentato dal presidente del salone milanese Albini – mostra che la produzione di tessuti Made in Italy è cresciuta del 9% da gennaio a marzo e del 6,2% da aprile a giugno. Per quanto riguarda le vendite all’estero, da gennaio ad aprile sono aumentate del 4,2%. Ma sono in crescita anche le importazioni che segnano una ripresa con un +7,5%. Nei primi quattro mesi dell’anno il saldo della bilancia commerciale risulta positivo per 577 milioni di euro, in lieve miglioramento rispetto allo stesso periodo del 2013. L’Ue a 28 Paesi si conferma il mercato di riferimento, con un +8,2% mentre i Paesi extra-Ue evidenziano un -0,5%. Fanno eccezione gli Usa, che hanno incrementato gli acquisti del 14,9%. In questo momento storico, allora, può essere davvero interessante concentrare parte dei propri sforzi sul mercato a stelle e strisce.

Instant Market, partner di Italian Customer Intelligence, offre l’opportunità di ricerche di mercato veloci e dirette sul campo con professionisti, specialisti ed esperti di marketing americani. Si tratta di un fast track verso il mercato statunitense, nella forma di interviste in diretta con gli addetti ai lavori, operatori, distributori e stores con lo scopo di approfondire e migliorare la propria conoscenza della piazza americana. In questo modo sarà possibile ricevere in breve tempo informazioni veloci e precise sul mercato statunitense così da verificare se un’idea commerciale, un prodotto, un modello di vendita hanno il giusto appeal e una possibilità di successo negli States.

SNAPSHOT DI INSTANT MARKET PER IMPRESA STORICA DEL DESIGN

SnapshotIl mercato degli Stati Uniti è sempre stato attratto dal Made in Italy: le importazioni dei nostri prodotti sono sempre in crescita e recentemente è stato istituito l’anno della cultura italiana, durante il quale sono stati organizzati diversi eventi volti alla valorizzazione del Brand Italia. Credibilità, bellezza e qualità sono le “doti” riconosciute ai nostri prodotti.

D’altra parte, il mercato degli Stati Uniti rispecchia la poliedricità dei suoi territori, così diversi e sfaccettati per cultura, gusto, esigenze, domanda. Penetrarlo richiede di comprenderne la diversità rispetto al mercato italiano, in particolare, e a quello europeo, in generale.

È proprio per questo che la possibilità di rivolgere quesiti strategico commerciali ad esperti del proprio settore di riferimento diventa l’occasione per scattare in diretta uno snapshot del mercato degli Stati Uniti. Un’istantanea nitida, chiara, senza intermediari che faccia toccare con mano le diverse prospettive che il proprio prodotto o il proprio business possono avere in Nord America.

Instant Market ha reso tutto questo possibile per una famosa impresa con quasi duecento anni di esperienza che arricchisce con il suo lussuoso design Made in Italy diversi progetti italiani ed internazionali. Ville prestigiose, hotel, golf club, stores, uffici. Questi sono solo alcuni degli ambiziosi progetti che hanno visto l’azienda come protagonista.

Con già alcuni progetti all’attivo negli Stati Uniti, in particolare nell’area newyorkese, l’azienda ha voluto verificare se ci fosse spazio per ampliare il proprio business nel Paese a stelle e strisce.

Grazie al dialogo serrato via videoconferenza con diversi esperti nel settore dell’arredamento e dell’interior design che operano in diverse parti degli Stati Uniti, l’azienda ha ottenuto interessanti suggerimenti e indicazioni per sviluppare il proprio business oltreoceano. A partire dall’invito a preparare il proprio materiale in modo più adatto ed efficace per l’interlocutore americano, alla segnalazione di enti, club o associazioni con cui mettersi in contatto, al consiglio di visitare edifici o siti di particolare interesse per l’azienda.

Grazie a questi spunti, l’azienda è ora in grado di formulare un piano strategico di sviluppo del mercato, sapendo quali sono le giuste opportunità da cogliere, il tutto in tempi instant e senza imponenti investimenti in studi di mercato.

È appena arrivata – inoltre – la notizia che le esportazioni italiane in USA sono cresciute nel secondo quadrimestre del 4%!

Stay Tuned…

CRESCONO GLI ELETTRODOMESTICI ITALIANI NEGLI USA

Crescono le vendite degli elettrodomestici italiani negli Usa riuscendo addirittura a superare i concorrenti presenti sul mercato. Nel secondo trimestre 2014 le importazioni di elettrodomestici per la casa del mercato statunitense provenienti dall’Italia sono aumentate di circa 17 milioni di euro rispetto al corrispondente trimestre 2013 (+61%). Seguono con un trend positivo come quello italiano Malesia, Svizzera e Hong Kong. Questi risultati raccontano l'intuizione delle imprese italiane che sono riuscite a raggiungere con successo opportunità di domanda che stanno nascendo oltre oceano, guadagnando anche quote rispetto ai paesi concorrenti. Tali risultati fanno seguito, infatti, ad un 2013 che aveva già evidenziato un incremento delle importazioni USA dall’Italia di elettrodomestici per la casa. La consapevolezza della debolezza che ancora sta caratterizzando i consumi europei di beni durevoli sembra, quindi, aver spinto gli operatori italiani del settore ad orientare la propria azione commerciale anche al di fuori dei tradizionali mercati comunitari. Proprio per questo Instant Market, partner di Italian Customer Intelligence, permette di fare un’istantanea sul mercato statunitense e verificare se un’idea commerciale, un prodotto, un modello di vendita hanno il giusto appeal e una possibilità di successo negli States.

SOGNO AMERICANO ANCHE PER IL TESSILE!

Milano Unica, Salone Italiano del Tessile, si sta svolgendo proprio in questi giorni nel capoluogo lombardo – dal 9 all’11 settembre – ospitata nei padiglioni di Fieramilanocity. Quest’anno ha raggiunto la XIX edizione. Qui sono state presentate le collezioni di tessuti e di accessori per la stagione Autunno/Inverno 2015-16, che hanno visto la presenza di 410 aziende espositrici, di cui 74 di altri Paesi europei.

Il bilancio semestrale – elaborato da Sitema Moda Italia (Smi) e presentato dal presidente del salone milanese Albini – mostra che la produzione di tessuti Made in Italy è cresciuta del 9% da gennaio a marzo e del 6,2% da aprile a giugno. Per quanto riguarda le vendite all’estero, da gennaio ad aprile sono aumentate del 4,2%. Ma sono in crescita anche le importazioni che segnano una ripresa con un +7,5%. Nei primi quattro mesi dell’anno il saldo della bilancia commerciale risulta positivo per 577 milioni di euro, in lieve miglioramento rispetto allo stesso periodo del 2013. L’Ue a 28 Paesi si conferma il mercato di riferimento, con un +8,2% mentre i Paesi extra-Ue evidenziano un -0,5%. Fanno eccezione gli Usa, che hanno incrementato gli acquisti del 14,9%. In questo momento storico, allora, può essere davvero interessante concentrare parte dei propri sforzi sul mercato a stelle e strisce.

Instant Market, partner di Italian Customer Intelligence, offre l’opportunità di ricerche di mercato veloci e dirette sul campo con professionisti, specialisti ed esperti di marketing americani. Si tratta di un fast track verso il mercato statunitense, nella forma di interviste in diretta con gli addetti ai lavori, operatori, distributori e stores con lo scopo di approfondire e migliorare la propria conoscenza della piazza americana. In questo modo sarà possibile ricevere in breve tempo informazioni veloci e precise sul mercato statunitense così da verificare se un’idea commerciale, un prodotto, un modello di vendita hanno il giusto appeal e una possibilità di successo negli States.

SNAPSHOT DI INSTANT MARKET PER IMPRESA STORICA DEL DESIGN

SnapshotIl mercato degli Stati Uniti è sempre stato attratto dal Made in Italy: le importazioni dei nostri prodotti sono sempre in crescita e recentemente è stato istituito l’anno della cultura italiana, durante il quale sono stati organizzati diversi eventi volti alla valorizzazione del Brand Italia. Credibilità, bellezza e qualità sono le “doti” riconosciute ai nostri prodotti.

D’altra parte, il mercato degli Stati Uniti rispecchia la poliedricità dei suoi territori, così diversi e sfaccettati per cultura, gusto, esigenze, domanda. Penetrarlo richiede di comprenderne la diversità rispetto al mercato italiano, in particolare, e a quello europeo, in generale.

È proprio per questo che la possibilità di rivolgere quesiti strategico commerciali ad esperti del proprio settore di riferimento diventa l’occasione per scattare in diretta uno snapshot del mercato degli Stati Uniti. Un’istantanea nitida, chiara, senza intermediari che faccia toccare con mano le diverse prospettive che il proprio prodotto o il proprio business possono avere in Nord America.

Instant Market ha reso tutto questo possibile per una famosa impresa con quasi duecento anni di esperienza che arricchisce con il suo lussuoso design Made in Italy diversi progetti italiani ed internazionali. Ville prestigiose, hotel, golf club, stores, uffici. Questi sono solo alcuni degli ambiziosi progetti che hanno visto l’azienda come protagonista.

Con già alcuni progetti all’attivo negli Stati Uniti, in particolare nell’area newyorkese, l’azienda ha voluto verificare se ci fosse spazio per ampliare il proprio business nel Paese a stelle e strisce.

Grazie al dialogo serrato via videoconferenza con diversi esperti nel settore dell’arredamento e dell’interior design che operano in diverse parti degli Stati Uniti, l’azienda ha ottenuto interessanti suggerimenti e indicazioni per sviluppare il proprio business oltreoceano. A partire dall’invito a preparare il proprio materiale in modo più adatto ed efficace per l’interlocutore americano, alla segnalazione di enti, club o associazioni con cui mettersi in contatto, al consiglio di visitare edifici o siti di particolare interesse per l’azienda.

Grazie a questi spunti, l’azienda è ora in grado di formulare un piano strategico di sviluppo del mercato, sapendo quali sono le giuste opportunità da cogliere, il tutto in tempi instant e senza imponenti investimenti in studi di mercato.

È appena arrivata – inoltre – la notizia che le esportazioni italiane in USA sono cresciute nel secondo quadrimestre del 4%!

Stay Tuned…